19 Ott

Risotto cremoso zucca e liquirizia

 

risotto-alla-zucca-728x463

Ingredienti per 2 persone

  • 400 gr di zucca
  • 160 gr di riso carnaroli
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • pomodorini q.b
  • maggiorana q.b
  • 50 g di burro freddo
  • 100 ml di vino bianco
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • q.b. liquirizia in polvere

Procedimento

1) Fate rosolare in padella, in poco burro e a fiamma media, la zucca tagliata a dadini. Dopo una prima rosolatura, abbassate la fiamma e fate cuocere lentamente per 20 minuti circa con il coperchio.

2) Per il brodo vegetale: tagliate grossolanamente la carota, la cipolla e immergeteli in un pentolino con acqua fredda aggiungendo anche due pomodorini. Salate e portate a bollore, poi abbassate il fuoco e lasciatelo sobbollire.

3) Nel frattempo in una pentola tostate il riso a secco, a fuoco medio, per 2 minuti circa. Trascorso il tempo necessario sfumate col vino bianco. Una volta evaporato tutto l’alcool, aggiungete poco alla volta il brodo vegetale (filtrandolo) e fate cuocere il riso. Saranno necessari 15 minuti circa.

4) Quando la zucca è cotta, frullatela insieme ad una quantità di brodo necessaria per ottenere una crema abbastanza compatta.

5) Quando il riso è al dente e il brodo è stato assorbito, spengete il fuoco, aggiungete la crema di zucca, il burro ed il parmigiano. Mantecate mescolando con forza in modo da incorporare aria. Controllate se sia necessario aggiungere ulteriore brodo o sale. Copriamo il risotto e lasciamolo risposare per 2/3 minuti.

6) Ora potete impiattare, con l’aiuto di un coppapasta, il risotto. Da ultimo decorate con polvere di liquirizia, foglie di maggiorana o rosmarino

Credits: Ricetta.it

05 Set

Pere alla liquirizia, Pan di Spagna e crema alla cannella

 

pere alla liquirizia

Ingredienti

Pan di Spagna: 

  •  Farina 150 g
  • Zucchero 150 g,
  • Sesamo bianco 40 g
  • Sesamo nero 20
  • Uova 4
  • Burro
  • Sale

Pere alla liquirizia: 

Crema pasticcera: 

  • Latte 300 g
  • – Panna fresca
  • – Zucchero
  • – Farina
  • – Stecca di cannella 1
  • – Tuorli 5

Procedimento

1) Montate le uova con lo zucchero e un pizzico di sale finché non saranno gonfie e chiare;  aggiungete la farina, mescolatela delicatamente con una spatola, dall’alto in basso.

2) Aggiungete il sesamo. Lasciatene da parte un cucchiaio per decorare il  pan di Spagna.

3) Versate il pan di Spagna in una tortiera (ø 22 cm) imburrata e infarina. Spolverizzate la superficie con il sesamo tenuto da parte e infornate a 180 °C per 25

4) Mettete in un pentolino 1,5 litri di acqua con la liquirizia e fate scaldare, aggiungete le bustine di tè, le pere sbucciate e senza torsolo, poi riportate a bollore, spegnete e lasciate riposare  per 10’.

Filtrate il liquido, prendetene 250 g e riportatelo sul fuoco con lo zucchero: fatelo ridurre della metà per ottenere uno sciroppo.

5) Mescolate i tuorli in una ciotola con lo zucchero e la farina. Scaldate il latte con la panna e una stecca di cannella spezzettata

Raggiunto il il bollore versateli sulle uova, riportate sul fuoco e cuocete la crema facendola bollire per 1’, poi spegnete. Sfornate il pan di Spagna e toglietelo dallo stampo.

6)  In un contenitore versate la crema e lasciatela raffreddare. Tagliate il pan di Spagna a cubetti.  Nei piatti inserite mezza pera, la crema, lo sciroppo e un cubo di pan di Spagna.

Credits: La cucina italiana 

 

 

02 Ago

Chips alla liquirizia

chips alla liquirizia

Ingredienti:

Ingredienti 

Procedimento:

1. Lavare e asciugare le patate, pelarle tutte ed affettarle a rondelle il più sottili possibile.
2. Scaldare in una padella l’olio per friggere, una volta pronto friggere le patatine un po’ per volta, fino a quando non risulteranno colorate su entrambi i lati.
3. Scolarle con una schiumarola dall’olio in eccesso e mettere in una ciotola coperta con abbondante carta assorbente, salare man mano.
4. Una volta finite tutte le patatine, sistemarle nelle ciotole in cui poi andranno servite e spolverare con polvere di liquirizia o paprika.

 

29 Giu

Amarelli insieme al Festiva di Spoleto

Post_Facebook_800x800

Amarelli è la storia nella storia, una saga che, inizia intorno all’anno Mille e proseguita nei secoli fra Crociate, impegno intellettuale e agricoltura.

La produzione e quasi un rito che si ripete quotidianamente, generazione dopo generazione, mani esperte, unite alla passione ed al rispetto per un prodotto antico.

Fra le ultime fabbriche di liquirizia al mondo L’azienda rappresenta un baluardo contro il divenire e le trasformazioni dell’epoca moderna capace di opporsi con fermezza  all’oblio della tradizione dolciaria Italiana e fiera del ruolo che il destino le affidato,

E’ Una storia, quella dell’azienda Amarelli  da toccare con mano, da leggere, da ascoltare, da vivere a Rossano nel opificio settecentesco e nel racconto del museo della Liquirizia  “Giorgio Amarelli”, tra Incisioni, documenti, libri, foto d’epoca ma anche attrezzi agricoli, oggetti quotidiani e splendidi abiti antichi a testimoniare la vita di una famiglia, che valorizza i rami sotterranei delle piante di liquirizia che crescono spontanee sulla costa ionica Calabrese, e che diventano il palcoscenico di un museo unico al mondo.

Il grande spazio del “Concio”, risalente al 1731, rende perfettamente l’idea dello scorrere del tempo tra passato e presente. Il fumaiolo, con le iniziali del Barone Nicola Amarelli, svetta imponente dal tetto del concio, dentro, il giusto equilibrio fra impianti innovativi e strumenti della tradizione.  Un’avventura inedita che trasporta gli avventori nella realtà di un passato fiorente e racconta il presente di un prodotto eccellente da gustare.

Dal bastoncino di legno grezzo alle liquirizie pure o con menta e anice, dalle gommose all’arancia, al limone, alla violetta, fino ai confetti delicatamente colorati, la nostra liquirizia assume forme e gusti diversi sempre racchiusi in piccoli scrigni testimoni di questo lungo racconto che diventa prodotto.  Il Festival di Spoleto ha il sostegno di chi, come noi, fortemente crede nella efficacia e nel coraggio della cultura ecco perché siamo lieti di produrre insieme alle nostre

Tradizionali e raffinate confezioni di liquirizia, una nuova scatolina celebrativa del festival di Spoleto per festeggiare il suo 60 anniversario.

Scopri le scatoline Limited edition > 

15 Giu

Risotto con Scampi e Polvere di liquirizia

scampi-cut1

Ingredienti

Ingredienti per 4 porzioni: 

  • Brodo di scampi q.b.
  • Riso vialone nano gr. 320
  • Scampi gr. 500
  • Cipolla bianca q.b.
  • Olio extra vergine d’oliva q.b.
  • Liquirizia in polvere q.b.
  • Sale q.b.
  • Aneto q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Montresor Rosè Royal q.b

Procedimento:

1) Spadellare velocemente le code di scampi in padella con olio e aglio intero,  aromatizzare con aneto fresco.

2) Tostare il risotto in casseruola con poco olio e cipolla trita, bagnare con il Montresor Rosè Royal, unire il brodo bollente, portare a cottura, rettificare di sapore, mantecare fuori dalla fiamma con olio.

3) Disporre il risotto all’onda sul piatto, ultimare con tre code di scampi , aneto, lateralmente concludere con una linea di liquirizia in polvere.

16 Mag

Tartare di manzo croccante con pompelmo e maionese alla liquirizia

tartare_03-ok

Ingredienti

Ingredienti per 4 porzioni: 

  • 320 g di manzo
  • 16 fette di pane
  • 2 pompelmi
  • 1 g di polvere di liquirizia
  • 2 uova
  • 1/2 limone
  • 150 g di olio di semi di arachide
  • q.b olio extra vergine di oliva
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento:

1) Tritate il filetto al coltello e condite la tartare ottenuta con un filo di olio e un pizzico di sale e di pepe. Con un coppapasta realizzate otto medaglioni di tartare. Con lo stesso coppapasta,  realizzate dal pane raffermo 16 sfoglie di pane della stessa dimensione dei medaglioni e realizzate otto sandwich.

2) In una padella scaldate un filo di olio extravergine di oliva, disponete i sandwich e friggeteli da un lato; quando saranno ben dorati, girateli  in modo delicato  con una spatola e fate cuocere anche l’altro lato. Scolateli e fateli asciugare su carta, per togliere l’olio in eccesso.

3) Spremete il succo dei pompelmi e grattugiate la scorza. Condite il succo e la scorza con un filo di olio e un pizzico di sale e di pepe. Raccogliete tutto in un contenitore di acciaio e trasferite in freezer per 2-3 ore, mescolando di tanto in tanto con una frusta per rompere i cristalli di ghiaccio, fino a ottenere una granita.

4) Adesso  preparate la maionese alla liquirizia: nel bicchiere del frullatore raccogliete i tuorli e montate, unendo a filo l’olio di semi di arachide, fino a ottenere una maionese cremosa e omogenea. Condite la maionese con il succo e la scorza grattugiata del limone, la polvere di liquirizia e un pizzico di sale e di pepe.

5) Distribuite i sandwich nei piatti da portata, accompagnate con una quenelle di granita al pompelmo e un cucchiaio di maionese, e servite

 

Fonte ricetta Alice.tv

27 Apr

La ricetta del picnic perfetto: panini alla liquirizia farciti

Panini alla liquirizia

Ingredienti per 500gr di pane

 

Ingredienti per la biga:

  • 85 g di farina
  • 45 g di acqua
  • 1 g di lievito di birra

Ingredienti per l’impasto: 

  • 150 g di semola rimacinata
  • 150 g di farina 00
  • 4 g di polvere di liquirizia –
  • 10 g di lievito di birra –
  • 100 g di acqua –
  • 2 g di zucchero –
  • 1 pizzico di sale
  • 10 g di semi di sesamo

Procedimento:

1) Setacciate la farina e mescolatela con il lievito. Al centro del mucchio ricavate una buchetta e versarci zucchero, liquirizia in polvere, amalgamate il tutto con l’aiuto di una forchetta, aggiungete un po’ alla volta l’acqua tiepida e il sale.

2) Su un piano infarinato lavorate  l’impasto per circa 10 minuti. Rimettete l’impasto nella terrina infarinata, copritelo con un canovaccio umido e ponetelo a lievitare in luogo tiepido, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora circa).

3) Nel frattempo mettete in un recipiente  i semi di sesamo e bagnali con poca acqua.

4) Con l’impasto ben lievitato formate delle palline uguali, disponetele non troppo vicine su due lastre da forno foderate con carta da forno, cospargetele con i semi di sesamo bagnati e fatele lievitare nuovamente in luogo tiepido per 20-25 minuti.

5) Inforna una lastra alla volta e fate cuocere per 10-12 minuti sul ripiano medio (alto per il forno a gas) del forno preriscaldato (elettrico e a gas: 200-210°C, ventilato190-200°C).

6) Farcite a piacere i panini raffreddati.

7) Un ottimo abbinamento è senape leggera, insalata mista, zucchine e medaglioni di pesce. Ideali abbinati con la birra alla liquirizia. 

Fonte ricetta Paneangeli

 

06 Apr

12 Aprile 2017 torna la giornata internazionale della liquirizia.

Dem_testata

 

Festeggia con noi la giornata internazionale della liquirizia!
La giornata della liquirizia nasce da un’idea di un gruppo di “liquorice lovers” in Germania che decidono di festeggiarla il 12 Aprile e di creare in questa giornata una serie di eventi.

Nel giro di poco tempo anche altre nazioni aderiscono fino ad istituire un evento a livello internazionale.
Quest’anno Amarelli ha deciso di aderire all’iniziativa proponendo per il giorno 12 Aprile uno sconto del 15% su tutti i prodotti sia sul sito Amarellishop.it che presso il liquorice shop di Rossano e lo Show-room di Napoli.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere il buono sconto da utilizzare il 12 Aprile ed essere sempre aggiornato su iniziative e promozioni.

 

24 Mar

AMARELLI PREMIA I GIOVANI DESIGNER

Scopri la nuova limited edition “La casa sull’albero” targata Controlzeta lab

giovani-designer (1)

 

Siamo orgogliosi di presentarvi la nuova confezione limited edition Amarelli “La casa sull’albero”

Frutto dell’estro creativo di tre giovani designer Campani è il progetto vincitore del contest Dress The Black 2016 organizzato da Amarelli in collaborazione con Talent Garden Cosenza e Rubettino Print.

Il concorso  ha coinvolto 130 giovani designer, ai quali è stato chiesto di vestire e reinterpretare la tradizionale scatolina di latta Amarellli, alla fine solo tre gruppi sono stati selezionati per la final competition che si è svolta a Rossano a diretto contatto con il management dell’azienda.

Al termine è stato decretato il vincitore assoluto, il gruppo di designer Controlzeta lab.

“Dress the Black” è nato dal desiderio di Amarelli di aprirsi su più fronti e livelli al mondo dell’innovazione, confrontandosi con tutto ciò che oggi rappresenta l’avanguardia del Food Design e integrando la propria vocazione imprenditoriale con i talenti, i creativi, giovani .

Le scatoline Limited Edition  rappresentano una sorta di gioco, in cui le lattine e la scatola che le contiene rappresentano rispettivamente i personaggi e l’ambientazione per immaginare, creare e raccontare delle storie.

Ogni lattina infatti riporta un personaggio che compie un’azione, ma il design su ognuna di essa è stato pensato per completarsi con le immagini della lattine adiacenti.

Il coperchio della scatola Amarelli infatti, una volta svuotata delle lattine, diventa il disegno di un bosco, con chiome folte, alberi e piante di liquirizia.

Conosciamo i designer di Controlzeta Lab: 

control-zeta

 

Controlzeta Lab è un laboratorio creativo fondato nel maggio del 2014 da tre artisti napoletani Andrea Accennato, Luca Poce e Andrea Moriello: si occupa di grafica, design, illustrazione, fumetto e soprattutto di cartoni animati. La loro voglia di raccontare storie e di fondere diversi stili illustrativi con la tecnica dell’animazione tradizionale li ha portati alla produzione di diverse pillole animate, spot pubblicitari, videoclip musicali e fumetti.

15 Feb

Chiacchiere alla liquirizia

 

chiacchiere-ricette

Ingredienti:

Procedimento:

  1. Lavorate la farina setacciata, il burro, lo zucchero semolato; aggiungete le uova, la polvere di liquirizia e il liquore alla liquirizia.
  2. Lavorate gli ingredienti fono ad ottenere un impasto liscio, elastico e sodo. Fate una palla, avvolgetela nella pellicola e riponetela in frigo per 1 ora.
  3. Stendete la pasta per ottenere una sfoglia sottilissima e ricavate tante losanghe con la rotella tagliapasta, incidendole al centro.
  4. Scaldate l’olio in una padella e friggete le chiacchiere poco alla volta, rigirandole subito e facendole dorare da entrambe le parti, toglietele dopo pochi istanti e passatele su carta assorbente da cucina.
  5. Cospargetele con lo zucchero a velo e rifinite con un po’ di polvere di liquirizia.